Militari in visita lungo la linea Gustav

“Together, Further and Faster” ovvero “Insieme, più lontano e più velocemente”, questo il motto della “Headquarters Rapid Reaction Corps”, una struttura di comando specializzata in...

402 0

Together, Further and Faster” ovvero “Insieme, più lontano e più velocemente”, questo il motto della “Headquarters Rapid Reaction Corps”, una struttura di comando specializzata in operazioni via terra cui aderiscono le forze armate di 13 nazioni dell’Unione Europea e della Nato. Il suo quartier generale si trova in una cittadella fortificata nei pressi di Lille, nel Nord della Francia, dove risiedono alcune centinaia di militari. Nella mattina di martedì 18 giugno circa 35 di essi (di nazionalità francese, belga, tedesca, spagnola, danese, inglese) hanno raggiunto la piazza di Coreno Ausonio accompagnati dai Carabinieri di Ausonia. Dopo una breve sosta in Municipio, dove una delegazione è stata accolta dal sindaco Domenico Corte, dal vice sindaco Francesco Lavalle e dall’assessore Domenico Di Bello, i militari hanno proseguito verso la montagna.

militarimarinaranne3
Militare francese e la “Carta dei sentieri lungo la linea Gustav”

Nei pressi del monumento per la pace di Marinaranne i partecipanti al corso, cui erano già state fornite nozioni di tipo storico,  hanno avuto modo di constatare dal vivo l’esatta orografia del territorio. Il programma dell’esercitazione è stato somministrato in lingua inglese e ha consentito agli allievi, mappe alla mano, di ripercorrere la dinamica bellica che ha portato allo sfondamento della linea difensiva apprestata sul Garigliano e alla conquista del monte Maio. Il Sindaco e il neodelegato al turismo Gianfranco Onairda hanno salutato gli ospiti donando loro delle copie della “Carta dei sentieri lungo la linea Gustav” e del libro “Racconti di Guerra” di Gabriel Ruggiero. Alle tredici, proprio mentre dei tuoni annunciavano un imminente acquazzone, i militari sono ripartiti per Venafro (Is), dove era prevista una cerimonia. Una visita insolita, che può farci riflettere, una volta di più, su come le montagne di Coreno, associando al valore naturale-paesaggistico anche quello storico-didattico, possano attrarre persone di lingua e culture diverse.

[Articolo pubblicato sul n. 109 del trimestrale di vita e cultura corenese “La Serra”]

Militari a Marinaranne (Coreno Ausonio), nei pressi del monumento per la pace
Militari a Marinaranne (Coreno Ausonio), nei pressi del monumento per la pace
.

In this article

Join the Conversation